Ep.3. Non solo autori: l’intervista a Benedetta Manoelli.

Non solo autori. Le nostre interviste hanno come protagonisti anche bibliotecari, coordinatori, Assessori, Responsabili delle Istituzioni del Mugello e della Valdisieve.

La Responsabile di Promozione alla Lettura e Media Education di Eda Servizi, Benedetta Manoelli, è  attualmente la Responsabile del Coordinamento Laboratori e Incontri con gli Autori di UMDL (sempre per Eda Servizi): l’abbiamo contattata e lei ha risposto gentilmente alle nostre domande.

Ciao Benedetta. Hai letto uno dei testi di Un Monte di Libri? Quale consiglieresti?

Ovviamente ho letto alcuni libri inseriti nella bibliografia UMDL. Devo essere però sincera: il motivo che mi ha mosso è stato professionale. Devo dire però che dopo la lettura sono stata felicemente sorpresa dalle mie  letture “da ragazzi”. Mi sono imbattuta, per ora, in un originalissimo Berlin. I fuochi di Tegel, e in un delicatissimo Il sole fra le dita. Due libri profondamente diversi tra loro, che però ci parlano dei nostri ragazzi, delle loro paure, delle loro insicurezze, ma anche della loro immensa ricchezza interiore. Credo che noi adulti, ogni tanto, dovremmo dedicarci alla lettura anche di questi testi, un po’ per ricordarci come eravamo, un po’ per ricordarci il mondo in cui si muovono oggi i nostri figli, alunni, nipoti.

 

Facendo un salto indietro nel tuo passato, ricordi quando è nata la tua passione per la lettura? Leggevi da ragazza

Facendo un grande salto indietro, mi ricordo che il primo libro che mi ha fatto piangere, e che quindi non scorderò mail, è Il cucciolo di Marjorie Kinnan Rawlings; credo di averlo letto intorno ai 10-12 anni. Da quel momento, fino a quando non sono diventata mamma, ho letto tantissimo, un po’ di tutto: non potevo stare senza un libro!

images

E adesso. Leggi molto? Dimmi un libro che porteresti su un’isola deserta e uno che invece non sei riuscito a finire…

Difficile dire quale libro porterei su un’isola deserta. Direi forse Chocolat di J. Harris, letto durante gli anni dell’università; devo ammettere di non essere riuscita a leggere il fenomeno editoriale L’amica geniale.

index

Parliamo di biblioteche. Qual è la biblioteca più bella che hai visto? A quale sei più affezionata?

Non è esattamente una biblioteca, non assolutamente di pubblica lettura, ma sono molto affezionata all’Archivio Storico dell’Istituto degli Innocenti, che per motivi professionali ho avuto modo di scoprire, almeno in parte, e nel quale sono racchiuse storie incredibili, miracolose ma spesso tragiche, che mi hanno profondamente colpita.

Grazie Benedetta.

Annunci